Un Mundus Vini 2017 d’oro e d’argento per Col Vetoraz

A MUNDUS VINI 2017 i nostri vini sono protagonisti dell’eccellenza! Saranno quattro, infatti, le medaglie assegnate a quattro etichette, annata 2016! Un verdetto decretato da una giuria internazionale, composta da 160 membri provenienti da 36 paesi che ne hanno confermato l’eccellente livello qualitativo.

La 19° edizione del Gran Premio Internazionale, uno dei concorsi enologici più qualificanti a livello europeo, vede assegnata la Medaglia d’Oro alVALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore Brut e al VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore Millesimato Dry, mentre la Medaglia d’Argento va al VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore di Cartizze e al VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore Extra Dry.

Un successo che viene arricchito anche dal premio Wine Style Award 2017 assegnato al VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore Extra Dry, considerato Top Wine per la categoria Italian Prosecco, da Vivino la più importate App per wine lovers di tutto il mondo, che conta una community che sfiora i 23 milioni di users!

 

 

 

È tempo di 300% Wine Experience per Col Vetoraz!

 Un grande ritorno quello della nostra cantina al 300% Wine Experience: domenica 12 Marzo dalle 10.00 alle 20.00 l’evento firmato Ais Veneto porterà il meglio della produzione enologica della regione in uno dei capolavori dell’architettura palladiana, Villa Emo a Fanzolo di Vedelago (TV) e ci saremo anche noi!

In questa occasione presenteremo in degustazione le annate 2016 delle seguenti referenze:  

  • VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore di Cartizze Dry un vino pluripremiato, tra i più recenti riconoscimenti il ‘5StarWine’ Award per la sua categoria al Concorso Internazionale Vinitaly 2016 e le 5 Sfere Sparkle 2017, è ottenuto dalle uve coltivate sulla rinomata zona del Cartizze alto, detto il Mont del Cartizze, adiacente alla sede di Col Vetoraz. Un vino spumante dal profumo intenso e delicato di fiori e frutta matura e dal gusto vellutato, pieno e giustamente aromatico

  • VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore Brut, un vino asciutto e intenso dal gusto privo di spigolosità ma delicatamente profumato, perfetto per un aperitivo ma piacevole anche abbinato a crostacei e pesci pregiati

  • VALDOBBIADENE DOCG Prosecco Superiore Extra Dry, ottenuto grazie ad un’accurata selezione delle uve di collina nell’esclusivo comprensorio di Valdobbiadene, è un vino equilibrato e dai toni eleganti e di grande armonia grazie al residuo zuccherino più elevato

300% Wine Experience si rivela un'indovinata unione tra cultura del vino e del territorio, e il 12 marzo richiamerà sia gli operatori del settore sia i wine lovers a conoscere o approfondire l’universo di eccellenze enologiche venete. Ai banchi d’assaggio 100 aziende selezionate tra quelle recensite nella  guida Vinetia, strumento consultabile anche durante la manifestazione e frutto del lavoro di 98 degustatori professionisti che hanno assaggiato oltre 2000 vini, per una vetrina di ben 300 etichette in degustazione per i visitatori. Ad ogni postazione ciascuna azienda avrà modo di dialogare direttamente col pubblico, illustrando le migliori produzioni, che potranno essere abbinate ad una golosa galleria di tipicità gastronomiche trevigiane e venete.  

Vi aspettiamo numerosi!

 

Col Vetoraz: i numeri dell’eccellenza!

In Col Vetoraz è tempo di bilanci…spumeggianti! Con il nuovo anno appena avviato per la nostra azienda è giunto il momento di riflettere sull’incoraggiante crescita del 2016, che significa anche naturale evoluzione, testimoniata da numeri di tutto rispetto. Numeri d’eccellenza infatti hanno caratterizzato la nostra attività: la quantità di uva esclusivamente DOCG raggiunge i 2.198.000 kg, da cui vengono selezionati 1.000.000 lt che consentono la produzione di 1.200.000 bottiglie l’anno, pari a un fatturato che oggi arriva a 9.500.000 euro.  

Le uve raccolte provengono tutte dalla fascia pedemontana collinare compresa tra Valdobbiadene e Rolle, l’area più vocata alla coltivazione eroica della Glera e dove la vendemmia viene eseguita rigorosamente a mano. Ai 20 ettari di proprietà si aggiungono le uve provenienti da 65 viticoltori selezionati che hanno aderito ad un programma coordinato dall’agronomo e socio Paolo De Bortoli e che partecipano a quattro incontri aziendali di formazione e confronto distribuiti nell’arco dell’anno.

Una rete vendita che conta su una squadra di 70 agenti e garantisce una presenza importante sul territorio nazionale, mentre quanto viene destinato all’export, in costante crescita, è concentrato principalmente in Germania, Austria, Svizzera e Uk per l’Europa, mentre USA, Nuova Zelanda, Australia, Hong Kong e Shanghai per l’extra UE.

Punto cardine dell’intera filosofia aziendale è seguire scrupolosamente un metodo che parta anzitutto dal rispetto della perfezione della Natura, preservando l'integrità espressiva del frutto di partenza utilizzando il meglio della tecnologia così da non togliere né aggiungere nulla a quanto la natura sa offrire attraverso il grappolo; questo secondo Col Vetoraz è l'unico modo per riuscire ad ottenere gli equilibri e le armonie naturali che la vite dona.

 

 

 

Loris Dall’Acqua è Gran Maestro della Confraternita di Valdobbiadene

Loris Dall’Acqua, socio ed enologo di Col Vetoraz Spumanti è stato insignito del titolo di Gran Maestro della Confraternita di Valdobbiadene durante l’Assemblea Generale d’Inverno, la cosiddetta ‘Festa delle Nozze di Canaan’. Nella sede storica di San Pietro di Barbozza, il nostro enologo ha ricevuto un incarico di prestigio, che ha anche il ruolo di rappresentante di riferimento morale per le altre associazioni del territorio del settore del vino.  

<Questa investitura è per me un grande onore e insieme una grande responsabilità - dichiara Loris Dall’Acqua – L’impegno costante della Confraternita per la valorizzazione e la tutela dell’identità del Valdobbiadene Docg è in linea col pensiero che guida ogni giorno il mio lavoro; riconoscersi nell’area storica e culturale di Conegliano e Valdobbiadene, e sentirsi “tutori” di un territorio unico dal valore inestimabile>.

La Confraternita di Valdobbiadene oggi conta 135 membri tra effettivi e onorari e si fa portavoce di una vera e propria cultura del territorio, perché il consumatore finale scelga oggi e sempre il Conegliano - Valdobbiadene DOCG per quello che significa e per l’attenzione alla coltura, la fatica nella raccolta, tuttora realizzata a mano, e la scrupolosità dell’intera filiera che questo prodotto porta con sé quando accompagna degustazioni, aperitivi o pasti.

 

Passione, cura e rispetto: questi i doni sotto l'albero di Col Vetoraz

I tradizionali simboli e colori che annunciano le prossime festività sono dovunque e Col Vetoraz come ogni anno promuove l’essenza profonda di un territorio che per la denominazione significa eccellenza e qualità di altissimo livello. Valori che in azienda sono il leit-motiv del lavoro quotidiano, quell’impegno fatto di passione, cura e rispetto che la mantiene in prima linea quando si parla dei suoi spumanti, vini in grado di regalare un’esperienza sensoriale indimenticabile in termini di armonia, equilibrio e ricercata eleganza.        

All’interno della gamma, le etichette protagoniste dei brindisi conviviali di auguri sono il Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG, e il Valdobbiadene DOCG Millesimato Dry.  Il primo è un vino pluripremiato nei principali concorsi enologici, tra i più recenti il ‘5Wine Award’ per la sua categoria al Concorso Internazionale Vinitaly 2016 e le 5 Sfere di Sparkle 2017. Strizzando l’occhio alla tradizione veneta, l’abbinamento del Cartizze scelto per questo Natale è con il Bisato o Capitone in Saôr, pensando all’indovinato connubio tra la morbidezza dello spumante e la grassezza del pesce. Il Millesimato invece si sposa beve col Pasticcio di Fegatini di Faraona, un piatto dal caratteristico gusto deciso ingentilito dalla dolcezza del vino. Entrambi infine sono piacevoli da sorseggiare accompagnati con le Moéche fritte, presidio Slow Food della tradizione veneta, ossia granchi che in precisi momenti dell’anno si spogliano del carapace per adattarsi alla stagione, oppure alle più internazionali ostriche.      

Con qualsiasi piatto, Col Vetoraz è un successo garantito, un alleato immancabile sul tavolo delle vostre feste!

 

MWF: Luciano Pignataro riceve il premio Michele D'Innella da Col vetoraz

Alla 25° edizione del Merano Wine Festival, in un affollatissimo Teatro Puccini, tra operatori di settore, produttori e le maggiori firme della stampa nazionale ed internazionale è stata ufficialmente presentata la guida Vinibuoni d'Italia 2017. In questo contesto la nostra cantina, nella persona del socio ed enologo Loris Dall’Acqua, ha consegnato il Premio Michele D’Innella al giornalista Luciano Pignataro omaggiandolo per l’occasione anche con una magnum di Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG.   

<E’ stato per noi motivo di orgoglio – commenta Loris Dall’Acqua – premiare una firma di rilievo nel panorama del giornalismo enogastronomico nazionale; la tenacia, la serietà e la passione che mettiamo ogni giorno nel nostro lavoro la riconosciamo infatti nel suo modo costruttivo di fare informazione>.

Luciano Pignataro, giornalista professionista per il Mattino di Napoli dove lavora dal 1986 curando la più longeva rubrica sul vino pubblicata da un quotidiano nazionale, è stato premiato per la categoria miglior blogger italiano; il suo blog www.lucianopignataro.it nato nel 2004 è oggi infatti indiscutibilmente uno dei più cliccati ed influenti d’Italia per il settore del food&wine.

 

 

 

MWF 2016: consegna del premio Michele D’Innella a Luciano Pignataro

Saremo sul palco del Merano Wine Festival in una veste decisamente originale: dal 4 all’8 novembre Col Vetoraz è infatti alla prestigiosa manifestazione di Merano, ideata da Helmuth Köcher, con il meglio della produzione enologica nazionale ed internazionale, in collaborazione con la guida Vinibuoni d’Italia, la cui edizione 2017 verrà ufficialmente presentata durante la kermesse.

La nostra cantina è stata scelta per l’assegnazione del Premio Michele D’Innella alla categoria miglior blogger italiano, vinto da Luciano Pignataro. Il suo blog www.lucianopignataro.it  rappresenta infatti un modo costruttivo e serio di fare informazione sulla cultura enogastronomica italiana ed in particolare su quella ricca e straordinaria del meridione. <È per noi un onore – commenta l’enologo Loris Dall’Acqua – unire il nome dell’azienda a quello di una riconosciuta e stimata firma del giornalismo enogastronomico; crediamo infatti che passione infinita per il proprio lavoro, impegno, tenacia e, sì, anche sacrificio siano capisaldi irrinunciabili per ottenere vini di qualità, esattamente come per i contenuti di una notizia>.

A Merano quindi ci sarà un motivo in più per brindare. Gli spumanti Col Vetoraz selezionati in degustazione saranno il Valdobbiadene Superiore di Cartizze, vino con una grande concentrazione di aromi, vellutato e dal profumo intenso in cui spicca il sentore delicato del mix di fiori e frutta matura, e il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Millesimato dry un vino elegante, fruttato con note floreali, dalla struttura rotonda e leggera aromaticità. Per la premiazione a Pignataro vi aspettiamo invece Sabato 5 Novembre, durante la presentazione alla stampa della guida Vinibuoni d'Italia, al Teatro Puccini di Merano.

 

 

 

 

 

La previsione di vendemmia 2016 Col Vetoraz!

La stagione di vendemmia è alle porte e i nostri tre soci, Francesco Miotto, Paolo De Bortoli e Loris Dall’Acqua, esprimono le previsioni dopo un attento esame dell’andamento stagionale e delle risposte fornite dalle diverse fasi di maturazione delle uve. L’inizio stagione  - spiegano - è stato difficile per lo sviluppo vegetativo della vite a causa di un periodo piovoso coincidente con la fioritura. Questo ha richiesto una maggiore attenzione perché le piante sono generalmente  più sensibili in queste condizioni. La colatura dei fiori è stata positiva perché i grappoli si sono sviluppati in maniera spargola, ciò ha favorito una maggiore aerazione quindi una maggiore possibilità di sviluppo vegetativo.

L’andamento stagionale è giudicato quasi perfetto. Nel mese di luglio si è registrato un periodo molto caldo ma di breve durata, circa una decina di giorni, la successiva pioggia ha contribuito ad abbassare la temperatura. In seguito, l’alternanza tra giornate soleggiate e piovose è stata ottimale perché questa è la condizione ideale per la maturazione delle uve bianche. La vicinanza della montagna resta sempre l’elemento che determina la differenza perché la sera scivola verso la collina aria che porta frescura, abbassando la temperatura fino a 15 o 16 gradi rispetto al giorno. In questo periodo si assiste ad una buona escursione termica con notti fresche e giornate miti, si sa attendendo un po’ di pioggia per avere un miglior completamento di  maturazione dell’acino, ma nel complesso le piante non sono in sofferenza.

Un fattore indispensabile per le varietà di uve a bacca bianca – sottolinea l’enologo Loris Dall’Acqua - è l’attenzione al ciclo respiratorio e ossido riduttivo della pianta: quando le temperature sono elevate é costante mentre con escursioni significative il ciclo rallenta il ritmo e proprio questo alternarsi permette la preservazione del patrimonio acido e l' eleganza aromatica”. L’inizio delle operazioni di vendemmia è previsto per il 19 settembre, perché si ritiene che quello sia il momento esatto per il raggiungimento del giusto punto di equilibrio tra maturazione e preservazione della forza acida. Ci sono quindi tutti i presupposti per una vendemmia 2016 ottimale, che garantisca il mantenimento dell’eleganza e del patrimonio aromatico del vino, caratteristiche da sempre elemento distintivo degli spumanti Col Vetoraz!  

 

La nostra estate, tinta d'oro e d'argento

La nostra estate si tinge coi colori dell’oro e dell’argento: i vini Col Vetoraz sono stati sommersi da una pioggia di nuovi riconoscimenti!

Il Concorso Enologico Internazionale “La Selezione del Sindaco”, il secondo più importante in Italia in ambito vinicolo, ha assegnato la Medaglia d’Argento al Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Extra Dry, al Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Millesimato Dry e al Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore di Cartizze. 

Abbiamo ricevuto anche quest’anno il Premio Douja d’Or per il Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Extra Dry e il Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Millesimato Dry. Infine il 3° Concorso Enologico “Fascetta d’Oro”, primo e unico Concorso Nazionale dedicato al Conegliano Valdobbiadene col quale si è chiusa la kermesse della Primavera del Prosecco, ha assegnato la Fascetta d’Oro al Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore di Cartizze e quella d’Argento al Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Brut e al Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Extra Dry. 

Vini spumanti di carattere, che con profondo amore vengono ottenuti da uve cresciute su una terra generosa e che quel territorio sanno raccontare anche nel calice, parlando col linguaggio di uno stile inconfondibile, dall’eleganza del perlage alle sfumature di aromi e profumi, fino alle declinazioni del gusto al palato. 

 

 

 

Ufficio Stampa Col Vetoraz
Carry On srl
Tel. +39 0438 24007 - Fax +39 0438 24605
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Col Vetoraz Spumanti S.r.l.
Strada delle Treziese, 1 - 31049 S. Stefano di Valdobbiadene (Tv)
Tel. +39.0423.975291 - Fax +39.0423.975571
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.